BENVENUTI!!!


Un grande benvenuto a tutti coloro che si troveranno a passare, anche solo per puro caso, sul nostro blog! Buona navigazione! Stefano e Veronica

Orario

"La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella" Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825.

lunedì 28 novembre 2011

Insalata di radicchio con melagrana e salmone affumicato...e finalmente il pdf delle ricette che hanno partecipato al nostro contest...


Ciao e buona giornata a tutti!
Cominciamo questa settimana con una ricettina leggera leggera ma sfiziosa ideale per cercare di non esagerare a tavola in previsione del "grasso" periodo che ci aspetta...l'idea di base l'ho presa da Sale & Pepe di novembre...ma come al solito l'abbiamo stravolta a nostro gusto...da riproporre sicuramente!!!

Noi abbiamo utilizzato...
foglie di radicchio
foglie di lattuga
1 melagrana sgranata
salmone affumicato
olio extra vergine d'oliva e sale

Comporre a piacere l'insalata aggiungendo le verdure lavate e centrifugate, il salmone affumicato a fettine, i chicchi di melagrana (volendo potete aggiungere anche del succo di melagrana ottenuto schiacciando con uno schiaccia patate alcuni chicchi del frutto) e condire con del sale e del buon olio extra vergine d'oliva.

E finalmente, dopo mesi dalla conclusione del nostro contest, scusandoci per il ritardo, ecco a chi lo desidera il pdf da scaricare con le ricette che hanno partecipato...baci e ancora grazie! Se doveste avere dei problemi con il download fateci sapere!

venerdì 18 novembre 2011

Quando io propongo e lui realizza...cotolette con ripieno di funghi champignon e mozzarella...


Buongiorno a tutti!
Ogni tanto qualcosa di fritto ci vuole...e se poi ha un gustoso ripieno ci rende tutti più felici! :)
Queste le ha preparate Stefano l'altra sera...la foto non gli rende tanto giustizia...ma che bontà!!!
Buon week end!

Vi occorrono...
fettine di vitella
funghi champignon
mozzarella
uova
pane grattato q.b. (le nostre più che altro erano delle briciole di pane)
farina q.b.
sale e pepe nero
olio per friggere
stuzzicadenti (se necessari)

Salare su entrambi i lati le fettine di carne. Riporre su di ognuna a piacere della mozzarella, dei funghi champignon precentemente puliti e affettati, spolverare con del pepe nero aggiungendo se preferite anche un filo d'olio extra vergine d'oliva e ripiegarla su stessa oppure, se le fettine sono di piccole dimensioni come erano le nostre, appoggiarvene sopra un'altra per ottenere un fagottino. Sigillare i fagottini ottenuti per bene per non far fuoriuscire il ripieno aiutandosi in caso con dei stuzzicadenti, passarli prima nella farina, poi nelle uova sbattute con una presa di sale ed infine nel pane grattato (il nostro abbiamo preferito non grattugiarlo troppo finemente). Friggere in abbondante olio caldo...e buon appetito!

lunedì 7 novembre 2011

Poniamo fine alla latitanza...con le frustine di semola alle olive da una ricetta di Sara Papa


Ciao a tutti e ben ritrovati!!!
Ci era già successo di accantonare il blog per qualche giorno...ma mai come quest'ultima volta!!! Nessun motivo in particolare...semplicemente il trascorrere veloce delle settimane con i pensieri da qualche altra parte e la poca voglia di applicarsi per bene in cucina!
Ma prima di passare alla ricetta vi vogliamo ringraziare perchè ci siete ugualmente passati a trovare, ci avete lasciato carinamente i vostri saluti, ci avete informato dei vostri nuovi contest a cui speriamo di poter partecipare e dei pdf di quelli vecchi...insomma GRAZIE DAVVERO!!!
E ora ricominciamo con delle buonissime frustine alle olive con qualche nostra piccola modifica dal favoloso libro dedicato al pane di Sara Papa...

Vi occorrono...
600 g di semola rimacinata di grano duro (noi Molino Chiavazza)
12 g di lievito di birra o 150 g di lievito madre
350 g di acqua
50 g di olio extra vergine d'oliva
10 g di sale (1 cucchiaino)
Per il ripieno...
200 g di olive nere al forno denocciolate (le nostre non erano al forno)
150 g di olio extra vergine di oliva
3 spicchi d'aglio
3 rametti di rosmarino
origano (non l'abbiamo messo)
1 cucchiaio scarso di n'duja (facoltativa) (noi non l'abbiamo aggiunta)

Sciogliere il lievito con l'acqua, aggiungerla alla farina setacciata impastando leggermente; incorporare il sale e l'olio lavorando l'impasto per il tempo necessario ad ottenere una consistenza omogenea. Trasferirlo in una ciotola unta d'olio, coprirla con un canovaccio umido e lasciarlo lievitare fino al raddoppio del volume. A fuoco basso in un pentolino far soffriggere nell'olio l'aglio in camicia con il rosmarino senza farli bruciare. Bisogna lasciarli rosolare solo il tempo necessario a estrarre gli oli essenziali. Eliminare l'aglio ed il rosmarino ed aggiungere le olive tritate finemente facendole insaporire per qualche minuto. Togliere il tutto dal fuoco e lasciare raffreddare. Rovesciare l'impasto lievitato su di una superficie (non di legno) spolverizzata con della semola, sgonfiarlo e formare un rettangolo di circa 35 x 70 cm, dello spessore di mezzo centimetro. Versarvi sopra l'olio con le olive e con le mani distribuirlo in maniera uniforme, quindi spolverizzare di origano e completare con dei fiacchetti di 'nduja.
Con una rotella tagliapizza ricavare dal lato corto dell'impasto delle strisce larghe circa un cm; ripiegare ogni striscia su se stessa, premendo per far aderire bene le 2 superfici a contatto, poi attorcigliarla in modo da conferirle la tipica forma della frusta.
Adagiare le frustine su una teglia foderata con carta da forno e farle cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 15-20 minuti, o finchè non saranno dorate. Sfornare e lasciarle raffreddare.

Il consiglio di Sara Papa...
Le frustine si mantegono croccanti per molti giorni. Per aumentarne il periodo di conservazione, dopo la cottura potete lasciarle seccare in forno a 160° per altri 15 minuti.