BENVENUTI!!!


Un grande benvenuto a tutti coloro che si troveranno a passare, anche solo per puro caso, sul blog, il nostro taccuino virtuale di ricette ed esperimenti culinari provati alla nostra tavola! Buon appetito!

Stefano e Veronica

Orario

"La scoperta di un piatto nuovo è più preziosa per il genere umano che la scoperta di una nuova stella" Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto, 1825.

martedì 27 febbraio 2018

Sformatino di cavolfiore con arachidi e olive...



 

Come rendere appetitoso anche un cavolfiore...che sicuramente non è tra i nostri preferiti...

Vi serviranno...
1 cavolfiore bianco
olive nere denocciolate q. b.
1 mozzarella
arachidi q.b.
pangrattato (noi integrale)
olio extra vergine d'oliva, sale e pepe nero a piacere

Lessare le cimette del cavolfiore in acqua salata e, una volta tenere, scolarle per bene. In una pirofila unta d'olio spargere del pangrattato e versare la metà delle cimette lessate schiacciandole leggermente con una forchetta per formare uno primo strato. Aggiungervi sopra delle olive nere denocciolate e metà della mozzarella (noi la passiamo allo schiaccia patate per tritarla al meglio) condendo il tutto con un filo d'olio. Formare il secondo e ultimo strato dello sformatino aggiungendo nuovamente i restanti cavolfiori, le olive, la mozzarella rimasta e una manciata di arachidi. Condire il tutto con un altro filo d'olio, una spolverata di pangrattato e una macinata di pepe nero a piacere. Infornare a 180° per circa un quarto d'ora. Buon appetito!

venerdì 23 febbraio 2018

Trofie fresche con carciofi, gamberetti e granella di pistacchi...

Venerdì, come da tradizione, almeno a casa nostra, pesce...

Abbiamo utilizzato...
2 carciofi varietà "pugliesi"
200 g di gamberetti surgelati
trofie fresche o se preferite altro formato 
granella di pistacchi a piacere

Iniziare pulendo i carciofi, metterli a bagno in acqua e limone per non farli annerire e tagliarli finemente. Cuocerli in una padella in cui avrete aggiunto un filo d'olio extra vergine d'oliva, uno spicchio d'aglio e del peperoncino se gradito. Quando saranno quasi teneri, aggiungere anche i gamberetti ancora surgelati, salare il tutto, e portare a cottura. Lessare la pasta in abbondante acqua salata, scolarla e mantegarla al condimento preparato. Ultimare con della granella di pistacchi a piacere. Buon appetito!



lunedì 19 febbraio 2018

Fusilli integrali con pesto di rucola e noci e pomodorini...





Sempre alla ricerca di ricette gustose, veloci e semplici e perché no, sane...per variare con fantasia...
Vi occorrono...
pomodorini
rucola
gherigli di noci
fusilli integrali o altro formato di pasta a piacere
olio extra vergine d'oliva, sale e peperoncino se gradito

Lessare la pasta in abbondante acqua salata, nel frattempo riunire nel bicchiere del mixer della rucola, qualche gheriglio di noce, un filo d'olio extra vergine d'oliva, un pizzico di sale e frullare il tutto fino ad ottenere un "pesto". Versare la salsa in una capiente ciotola, allungarla con uno/due cucchiai di acqua di cottura della pasta e aggiungervi i pomodorini precedentemente conditi con olio e sale, mantecarvi infine la pasta cotta al dente. Se piace, aggiungere del peperoncino e guarnire a piacere con altre noci a pezzetti. Buon appetito!

giovedì 15 febbraio 2018

Cous cous di cozze, salmone e surimi







 

Prepariamo spesso il cous cous di pesce...questa è una delle varianti..

Vi occorrono...

2 tranci di salmone fresco
1,5 kg di cozze 
surimi q. b. ( in salamoia per noi)
500 cous cous

Mettere in una padella con un filo d'olio i due tranci di salmone, salarli leggermente e cuocerli per breve tempo da entrambi i lati, in modo da poter poi togliere con facilità la pelle, le eventuali lische e sminuzzare la polpa. Pulite le cozze, versarle in una padella con un pò d'olio, uno spicchio d'aglio,  del peperoncino, del prezzemolo e del pepe nero a piacere e farle cuocere a fuoco lento con il coperchio il tempo necessario che i loro gusci si aprano. Una volta fredde, sgusciarne una buona parte e lasciarne alcune intere per guarnire il piatto.  Conservare il sughetto rilasciato dalle cozze in cottura per bagnare all'occorrenza il cous cous.
Sciacquare il surimi in salamoia, ridurlo in pezzi e aggiungerlo al salmone sminuzzato e alle cozze riuniti in una capiente ciotola. Cuocere il cous cous secondo le indicazioni riportate sulla confezione
e mantegarlo al condimento di pesce preparato. Buon appetito!







venerdì 9 febbraio 2018

Polpette di pane e verza


Un'alternativa vegana ma ugualmente sfiziosa alla classica polpetta di carne da proporre come aperitivo o secondo ed un modo gustoso per impiegare la verza non tanto amata in casa... Vi occorrono... foglie di verza mollica di pane a piacere farina di mais per l'impanatura mix di semi olio extra vergine d'oliva e sale Lavare le foglie di verza, sminuzzarle e passarle in padella fino a quando non saranno tenere con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio aggiungendo a piacere, oltre al sale, del peperoncino o del pepe nero. Una volta fredda la verza, unirla in una ciotola insieme alla mollica di pane ammollata precedentemente nell'acqua, amalgamare il composto aggiungendo se necessario un pizzico di sale e del pangrattato qualora fosse poco compatto. Formare le polpette, passarle nella farina di mais a cui sono stati uniti i semi, adagiarle in una teglia rivestita con carta da forno e infornare a 180° fino a doratura per circa 15 minuti.

giovedì 1 febbraio 2018

Strudel integrale di scarola con noci e pinoli






Per un'antipasto o piatto unico!
Vi occorrono... 
300 g di farina integrale più q.b. per la lavorazione 
150 ml di acquua 
100 ml di olio extravergine 
1 cucchiaino di sale fino 
semi di lino, girasole, sesamo e papavero a piacere 
1 cespo di scarola 
pinoli e gherigli di noci a piacere 
Preparare la base dello strudel amalgamando la farina con l'acqua, l'olio, il sale e l'aggiunta dei semi e lavorare gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio e morbido. Mondare la scarola e lessarla in acqua salata. Ripassarla in padella con un filo d'olio, uno spicchio d'aglio, del peperoncino e l'aggiunta della frutta secca. Stendere sottilmente l'impasto su di un foglio di carta da forno in modo da formare un rettangolo, ungerlo con dell'olio, aggiungere la scarola ripassata che si sia nel frattempo raffreddata, arrotolarlo su se stesso con l'aiuto della carta da forno, sigillarne l'estremità ripiegando i bordi e guarnire con altra frutta secca, un filo d'olio e un pizzico di sale. Infornare su di una teglia rivestita con carta da forno a 180° gradi per 30/40 minuti circa.